IIl naso è la struttura principale del nostro viso. Ha un ruolo importantissimo nell'armonia facciale e nella bellezza umana. E' inoltre la struttura fondamentale per la respirazione e la fonazione.

Condizioni per cui i pazienti richiedono una rinoplastica

  • naso troppo grande in proporzione al viso
  • naso troppo grosso/largo, se visto di fronte
  • naso storto o ricurvo
  • naso asimmetrico
  • punta del naso grossa, larga o carnosa
  • punta del naso cadente o prominente
  • punta del naso schiacciata
  • narici troppo larghe
  • naso con gibbo o gobba sul naso (naso gibboso)
  • setto nasale è deviato
  • columella deviata
  • columella corta e labbro superiore corto

Può un intervento chirurgico dare un naso "perfetto"?

La chirurgia del naso a fini estetici, definita comunemente rinoplastica, rimodella la forma del naso portandolo ad una perfetta armonia con tutte le altre strutture facciali. Visto che la piramide nasale è la struttura centrale del viso, anche una sua lieve modifica può drasticamente cambiare l'aspetto generale della faccia.


La rinoplastica, però da sola non è la chiave di svolta nel miglioramento degli inestetismi del volto. Il naso, in quanto parte di tutta la faccia, deve sempre essere visto nel suo complesso e sempre si devono considerare le proporzioni e rapporti tra mascellari, mandibola, mento e denti.


La rinoplastica da sola non puo assolutamente migliorare il profilo se coesistono altre alterazioni facciali.

UUn intervento chirurgico al naso dove vengono rimodellate le cartilagini e le ossa della piramide nasale così da otterenere una corretta armonia facciale.

Possono essere associate alle procedure estetiche anche correzioni di problemi funzionali quali ipertrofia dei turbinati o deviazione del setto nasale migliorando così la respirazione e il sonno.


La rinoplastica oggi è la procedura chirurgica più diffusa al mondo. Per tale motivo comporta standard di sicurezza e qualità elevati

LLa Rinoplastica è un intervento chirurgico vero e proprio e, come tale, comporta dei rischi, delle complicanze e il rispetto di protocolli basati su evidenza scientifica.

E' possibile sottoporsi all'intervento tutto l'anno, naturalmente si deve considerare il rischio maggiore di complicanze se effettuato durante il periodo estivo quando l'esposizione ai raggi solari è maggiore.

Per quanto concerne l'età, tranne che in casi specifici e in condizioni respiratorie difficoltose è sempre preferibile rimandare l'intervento ai 16-18 anni.
In questa età possono essere associate alle procedure estetiche anche correzioni di problemi funzionali quali ipertrofia dei turbinati o deviazione del setto nasale, migliorando, così, la respirazione e quindi l'attività sportiva del giovane

Benefici di una rinoplastica

Per coloro che decidono di sottoporsi ad un intervento al naso sicuramente i benefici sono notevoli e migliorativi. Non solo sotto il punto di vista estetico ma anche per quanto riguarda le funzionalità nasali. Si incrementa infatti la respirazione nasale riducendo quella orale con benefici sulla salute, deglutizione e fonazione.
I pazienti che invece si rivolgono al chirurgo maxillo-facciale per esigenze prettamente estetiche i benefici sono ancora maggiori sia sotto il il punto di vista emozionale che sociale:

  • Aspetto più giovanile
  • Più attraente fisicamente
  • Aspetto meno impacciato
  • Maggiore autostima
  • Maggiore prediposizione alle interazioni sociali
  • Incremento dell'accettazione di se stessi
  • Facilità alla comunicazione interpersonale

I motivi di una rinoplastica

Nella pratica quotidiana si riscontrano due motivazioni per cui un paziente rihiede una rinoplastica, estetica e funzionale. Molto spesso i pazienti si rivolgono al chirrugo perche vogliono risolvere sia i problemi respiratori che estetici un una unica procedura.
Nell'intervento il chirurgo maxillo-facciale può rimuovere un eccesso di osso e cartilagine come nel gibbo oppure modificare la forma delle cartilagini della punta quando è cadente o grande. Può anche modificare la forma, simmetria e allineamento del setto nasale e ridurre i turbinati per problemi respiratori.

Motivazioni Estetiche

Motivazioni estetiche

Questa procedura chirurgica può correggere imperfezioni e deformità estistenti modificando la forma e dimensione e la simmetria del naso e delle sue unità così da ottenere un giusto bilanciamento con tutte le strutture facciali.
Motivazioni funzionali respiratorie

Motivazioni funzionali respiratorie

A causa di difetti strutturali un naso può richiedere un intervento chirurgico per permettere una corretta respirazione. Traumi o, semplicemente, condizioni congenite possono dare problemi nella funzione nasale interferendo con la respirazione ma anche con la deglutizione e con il sonno.

rino_intro_img

Il tuo volto è il biglietto da visita per il mondo esterno ed è la prima cosa che la gente giudica in noi, quindi il non essere contenti del proprio volto può essere una fonte di notevole malcontento ed insicurezza.
Si può essere consapevoli di un difetto come un mento sfuggente o un gran naso, cose che rendono il viso squilibrato, o forse semplicemente madre natura non ha dato tutto quello che si è voluto.
In entrambi i casi, ci sono una varietà di procedure chirurgiche che possono migliorare quelle caratteristiche non ben accettate e dare il volto che si desidera.

Il naso è la parte centrale del viso, e può influenzare l'intero aspetto di una persona alterandone le proporzioni e i lineamenti.
Un naso troppo largo, troppo piccolo o deformato può condizionale le proporzioni e le caratteristiche di tutta la faccia.
Molti di noi non sono soddisfatti della forma e delle dimensioni del proprio naso
La Chirurgia del viso oggi permette di correggere tutti i difetti del naso, in relazione alle proporzioni e alla forma della faccia.
E' possibile correggere la forma, la lunghezza del naso, le dimensioni della punta e delle narici, nonché i difetti del setto e l'ipertrofia dei turbinati.

 

 

 

 

Rinoplastica Primaria

Intervento eseguito per la prima volta in un paziente. Si possono apportare modifiche delle dimensioni, forma e lunghezza. Migliora l'aspetto estetico del naso armonizzandolo con le peculiarità del viso.

Rinoplastica Secondaria

E' quell'intervento che viene effettuato in un paziente già sottoposto ad un'altra rinoplastica. Più complessa e richiede maggiori capacità chirugiche. spesso necessita di innesti di cartilagine prelevata da orecchie o coste. Rientrano in questa gli interventi correttivi per traumi o malformazioni congenite

Rinoplastica Funzionale

Intervento chirurgico che mira a risolvere le difficolta respiratorie dovute a deviazione del setto nasale e/o ipertrofia dei turbinati e conca bullosa

Rinoplastica Etnica

Rinoplastica che prevede una serie di accorgimenti tecnici che portano alla modifica dei caratteri estetici tipici della razza africana, asiatica, orientale e latino americana.

Approcci chirurgici

  • Rinoplastica "chiusa"
    In questo tipo di rinoplastica tutte le incisioni vengono effettuate all'interno delle narici. Generalmente da questo tipo di approccio non risultano cicatrici esterne a meno che non venga effettuata anche una riduzione dell'apertura delle narici (alar base reduction), in questo caso potrebbe risultare una cicatrice cutanea tra la narice e il labbro. Permette una visione chirurgica molto ridotta.
  • Rinoplastica "aperta"
    In questo tipo di rinoplastica, oltre alle necessarie incisioni all'interno delle narici, viene effettuata una piccola incisione sulla cute della columella. Questo tipo di approccio è preferibile in quanto permette di eseguire un più ampio ventaglio di modifiche con risultati più "naturali". Richiede una maggiore capacità dell'operatore e tempi chirurgici più lunghi.

Com'è fatto il naso

Com'è fatto il naso, anatomia cartilagini dorso e punta

Il dorso del naso è da considerare come una tenda formata da cute e fasce che poggiano su osso e cartilagini, è necessario pertanto, per modificare la forma e le dimensioni, effettuare osteotomie delle ossa nasali. La parte inferiore e la punta del naso sono costituite da cartilagini che nel caso di un rimodellamento necessitano di essere ridotte o riposizionate in base alla nuova forma. Questa procedura viene eseguita nella tecnica open senza cicatrici visibili. Le cartilagini laterali superiori in quanto sostegno svolgono ilruolo di valvola nasale e agevolano la respirazione. Il setto nasale è il "pilastro portante" di tutto il naso. Nel caso di una deviazione è necessaria una settoplastica che viene eseguita dall'interno del naso nello stesso intervento.

Come funziona il naso

Posto al di sotto della base del cranio, sopra il palato, presenta due cavità separate dal setto nasale: le fosse nasali. Le fosse nasali comunicano con l'esterno per mezzo delle narici, e con la faringe attraverso le coane. La loro parete laterale è irregolare per la presenza dei turbinati, nei quali si aprono, con appositi orifizi, i seni frontali, sferoidale e mascellari.

Le fosse nasali rappresentano la principale via d'entrata e d'uscita dell'aria respirata. Il naso la depura del pulviscolo atmosferico, tramite le vibrisse, i peli delle narici, e il muco. Inoltre, la inumidisce e la riscalda, in modo che non giunga troppo secca e fredda ai polmoni. Per questa ragione è molto importante respirare attraverso il naso e non attraverso la bocca. La mucosa della parte alta delle fosse nasali contiene, fra le cellule epiteliali, elementi nervosi allungati responsabili dell'olfatto.

Durante l'inspirazione, l'aria penetra attraverso il naso, percorre laringe e bronchi e arriva agli alveoli polmonari.

Cosa aspettarsi dopo una rinoplastica

Stesso giorno E' necessario essere accompagnati a casa dopo l'intervento ed avere anche qualcuno che ci assista per le prime 24 ore. L'intervento viene generalmente ben tollerato, si possono avere lividi intorno agli occhi e gonfiori. Viene applicato uno splint o gessetto sul dorso del naso e qualche garza nelle narici. NON VI SONO TAMPONI!

Una settimana dopo Lo splint viene rimosso e si può ritornare gradualmente a tutte le attività quotidiane e lavorative. Possono persistere dei minimi gonfiori e ematomi.

Sei settimane dopo Ci si sente bene! Il naso incomincia ad avere la forma e le dimensioni definitive, persistono sempre dei minimi gonfiori.

18 mesi dopo I gonfiori sono definitivamente scomparsi ed è possibile osservare la forma e dimensione definitiva!


Il 70-80% dei risultati della rinoplastica è visibile nelle prime 8 settimane fino a 4 mesi. Il rimanente 20-30% sarà visibile anche a 18 mesi!
Un intervento di rinoplastica non può e non deve essere considerato la chiave di svolta di un viso non accettato e pretendere cosi di poter assomigliare ad un altra persona.
Non ti cambia la vita!
I pazienti devono sempre avere aspettative chiare e realistiche dall'intervento, anche di tutti i rischi ad essa connessi
Questo sito e stato relizzato a scopo informativo.

Tutti i consigli e le notizie contenuti in questo sito non devono essere adottati come autocura o come autodiagnosi.

Nulla deve sostituire le cure e gli accertamenti che vengono proposti dal proprio medico di fiducia dopo un attento esame clinico.